BIRRA BATTE CAFFÈ E VINO. BEVANDA PIÙ CONSUMATA DURANTE LOCKDOWN

Durante il lockdown la birra è stata, per il 71% degli italiani, la bevanda più consumata. Seguono il caffé (69%), il tè (41%), il vino rosso (39%) e altre bibite gassate (34%). Lo rileva una ricerca dell’Istituto Piepoli per l’Osservatorio Birra, evidenziando come il 65% degli italiani ha spostato in casa i propri consumi, mentre il 35% (solo tra i 24-30 si arriva al 51%) continua a preferire il fuori casa per sorseggiare una birra. In questi mesi le persone hanno quindi bevuto birra soprattutto con la famiglia (64%), il 23% in condivisone con gli amici e il 13% l’ha bevuta da solo. Il lockdown ha fatto prima flettere (12%) il consumo di birra ma da giugno a oggi per l’11% degli italiani i consumi sono stati in crescita. Il Covid non ha cambiato quello che è un approccio responsabile alla bevanda: la cena (74%) e il dopocena (19%) sono le occasioni di consumo preferite negli ultimi mesi, sono in crescita anche pranzo (10%) e aperitivo (14%). Il consumo a pasto guida la ripresa della birra fuori casa, con le pizzerie (46%) e i ristoranti (30%).