RISTORANTI STELLATI LOMBARDI ASPETTANO GIUGNO

Potrebbero riaprire i loro locali domani, ma gli chef stellati lombardi preferiscono aspettare ancora qualche giorno per farlo in sicurezza. “Riaprire domani? Assolutamente no” dice all’Ansa Davide Oldani spiegando che aprirà “con molta calma perché voglio qualche giorno in più per avere una maggior cautela. Non voglio pensare che siano mancate regole certe, la pandemia è una cosa totalmente nuova, a far polemica ci vogliono 2 secondi, a risolvere la situazione molto di più. Se “niente sarà come prima”, Oldani vuole essere ottimista e pensare che “potrebbe essere meglio”, anche nella ristorazione: se “pensare prima di comprare e pensare prima di cucinare” sono le chiavi dell’ottimizzazione in cucina, lo chef è convinto che d’ora in poi “non sarà più il peggio dire a un cliente che un prodotto è finito, perché non è più di stagione”. Hanno messo come data il primo giugno ristoranti come Sadler, Aimo e Nadia, D’O di Davide Oldani, mentre Carlo e Camilla in Segheria puntano al prossimo weekend e il gruppo Giacomo Milano anticipa al 21 maggio per tutti i suoi locali milanesi. Aspetta giugno anche Viviana Varese, chef stellata di Viva, e non riaprono neanche due locali con tre stelle Michelin come Enrico Bertolini al Mudec e Il Pescatore di Canneto sull’Oglio (Mantova). Foto in evidenza da Facebook @DODavideOldani