AIG E COLDIRETTI LANCIANO ‘FRUTTO DI ROMA’

L’Associazione Italiana Gelatieri (Aig) e la Coldiretti di Roma e della Sabina hanno siglato il protocollo che vede la realizzazione del ‘Frutto di Roma’, il gelato artigianale con la frutta a Km0 e distribuito nelle migliori gelaterie della Capitale. Un progetto nato dalla collaborazione tra l’Aig e la Coldiretti e che sarà promosso dal blog ‘Fooderio’, da sempre attento alla promozione delle eccellenze agroalimentari.

“E’ una grande soddisfazione poter lanciare il ‘Frutto di Roma’, occasione che ci consente di offrire ai consumatori un prodotto straordinario per qualità e materia prima e, soprattutto, lavorare affinché questa specialità diventi un brand nel mondo anche in prospettiva di incrementare il mercato turistico di Roma che speriamo possa riaprire al più presto” – ha spiegato Claudio Pica segretario generale dell’Associazione Italiana Gelatieri. “Siamo onorati di partecipare a questo progetto, perché ci permette di presentare le nostre eccellenze al pubblico romano e di stabilire una collaborazione di altissimo livello con le migliori gelaterie della Capitale” – ha commentato Alan Risolo presidente di Coldiretti Rieti e della Cooperativa  ‘La Cerasa Sabina’. I maestri gelatieri – coordinati dal presidente dell’Aig Giuseppe Pennestrì – hanno creato una nuova gamma di gusti ideati appunto sulle qualità della frutta locale. I produttori saranno invece impegnati a proporre la migliore frutta fresca, che sarà fornita ai Maestri Gelatieri in perfetto grado di maturazione insieme ai prodotti derivati dalla frutta estiva con delle tipologie più originali ed accattivanti. Oltre ai prodotti freschi la Coooperativa ‘La Cerasa Sabina’ sta infatti producendo dei preparati di frutta, in particolare ciliegie essiccate a bassa temperatura che consentono di dar vita a gusti di gelato durante tutto l’anno straordinari. I primi gusti prodotti dalla collaborazione – già sperimentata in occasione del ‘Festival Internazionale del Gelato a Berlino, Londra e Barcellona – sono a base di pera spadona, uva fragola, pesca tardiva e cerasa della Sabina.