100 ANNI DI GARBATELLA, 4 GIORNI DI BACCALÀ DAL 10 AL 13 SETTEMBRE

Già il nome affascina e rimane avvolto da un alone di misteri tra storia e leggende popolari. E’ la Garbatella, per qualcuno detta così per il tipo di coltivazione ‘a garbata’ o ‘a barbata’ tipica della zona dei colli sovrastanti la basilica di S. Paolo. Per altri il nome si riferisce alla particolare amenità del luogo. Ma l’ipotesi più suggestiva risale alla presenza nel quartiere di un’osteria dove si trovava un’ostessa dai modi così gentili e garbati da divenire celeberrimi, la ‘garbata ostella’. Casette basse, cortili e orti. E’ in questo scenario che la cucina romanesca sa dire la sua, senza infingimenti ma in modo schietto e casereccio: dal 10 al 13 settembre, in piazza Damiano Sauli dalle 12 alle 24:00, ‘Roma Baccalà’. Cartocci, fritture, marinature e l’intramontabile filetto di baccalà alla romana. Ricette e tradizioni da degustare nelle preparazioni del pesce più amato e cucinato del mondo. Presenti food truck, allestito il Mercato del baccalà, laboratori e seminari. Ingresso gratuito. Foto in evidenza e interne da Facebook @RomaBaccala