SORDI…E L’ATTUALISMO DEL ‘MACCHERONE’

E’ stato Nando Mericoni in ‘Un americano a Roma’, un ragazzotto a cui crolla il mito del continente a stelle e strisce sotto i colpi di una zuppiera stracolma di spaghetti. “Ammazza che zozzeria! Gli americani aho…Maccherone, mi hai provocato e io ti distruggo, adesso maccherone, io me te magno”. E’ stato il ‘fruttarolo’ delle ‘vacanze intelligenti’ che dopo la visita alla Biennale di Venezia e sfiniti da una dieta ferrea imposta dai figli…decide insieme alla moglie di abbuffarsi in una trattoria. E dopo essersi mangiati l’impossibile…“Che dici Augusta ci facciamo un ‘altra mezza porzione di pappardelle?” E’ stato il Marchese del Grillo, che porta la sua Olimpia in una taverna a mangiare i rigatoni co la pajata. E’ stato e sarà sempre il grande Alberto Sordi.