CROLLA LO STREET FOOD E PERDE 200 MLN

Alfredo Orofino, imprenditore ed organizzatore del Festival Internazionale dello Street food previsto in 100 piazze italiane con oltre 600 operatori a rotazione, lancia l’allarme sullo stato di crisi del settore. Un bilancio amaro che registra perdite di quasi 200 milioni di euro per l’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus e al periodo di lockdown per una crisi che interessa 25mila operatori e milioni di euro di merce invenduta, prossima alla scadenza. Il comparto chiede alle istituzioni nazionali, regionali e comunali, per scongiurare la chiusura, di istituire dei contributi a fondo perduto, per le aziende del settore, così da permettergli il momentaneo sostentamento per le spese correnti, l’azzeramento degli oneri fiscali per l’anno in corso e la semplificazione burocratica.