CORONAVIRUS: CEO MCDONALD’S SI TAGLIA STIPENDIO DEL 50%

Le vendite dei ristoranti del colosso statunitense McDonald’s il mese scorso sono crollate a seguito della pandemia da Covid, e così il presidente e Ceo dell’azienda – Chris Kempczinski – ha deciso di tagliarsi lo stipendio della metà. Il 99% dei ristoranti McDonald’s negli Stati Uniti è rimasto aperto per la consegna, il drive-through e il ritiro, mentre a livello globale solo il 75% ha deciso rimanere aperto in una certa misura a seguito di chiusure complete in diversi mercati tra cui Italia, Francia e Spagna. Le vendite dei ristoranti americani aperti da almeno un anno sono diminuite del 13,4% a marzo rispetto all’anno precedente, dopo essere aumentate dell’8% nei primi due mesi dell’anno. E a livello mondiale, le vendite sono diminuite del 22,2% a marzo. Kempczinski, che ha preso il timone della catena a novembre e ha uno stipendio base annuale di 1,25 milioni di dollari, ha quindi deciso di ridursi lo stipendio.