COVID-19, IN FRANCIA SI PRODUCE PASTA H24

Finito il tempo della facile ironia culinaria, degli spot con gli sputi sulla nostra pizza italiana – eccellenza nel mondo senza eguali – storia poi rettificata con tanto di scuse all’Italia, l’emergenza Covid-19 è arrivata dai francesi che sembrano far fronte all’ansia facendo incetta di pasta. Secondo gli industriali pastai francesi ‘Sifpaf’, le vendite sarebbero aumentate del 90% nell’arco di tre settimane e del 100% negli ultimi giorni. Ritmi serrati fanno sapere dal ‘Sifpaf’, si lavora sette giorni su sette, per tutto l’arco delle 24 ore, grazie a una mobilitazione eccezionale delle maestranze francesi. Gli industriali si sono concentrati sui formati di pasta più semplici. Niente farfalle, perché richiedono il doppio del tempo per la produzione rispetto alle penne o agli spaghetti. I pastai stanno concentrando la gamma a una dozzina di formati elementari, per limitare le linee produttive.