PIZZA…UN AMORE ITALIANO!

Oggi si festeggia quella che rappresenta un tesoro del Made in Italy e simbolo del successo della dieta mediterranea nel mondo: la pizza italiana, celebrata il 17 gennaio con la giornata internazionale.

I NUMERI DELLA PIZZA IN ITALIA

Il comparto della pizza italiana genera un fatturato che supera i 15 miliardi di euro all’anno, con 121mila locali in Italia dove si prepara e si serve, grazie ad una occupazione stimata che conta circa 100mila addetti a tempo pieno e altrettanti 100mila nel fine settimana.

Ogni anno in Italia si sfornano 2,7 miliardi di pizze che in termini di ingredienti significano 200 milioni di chili di farina, 225 milioni di chili di mozzarella, 30 milioni di chili di olio di oliva e 260 milioni di chili di salsa di pomodoro.

PIZZA LOVERS

Gli americani sono i maggiori consumatori di pizza con 13 chili a testa mentre gli italiani guidano la classifica in Europa con 7,8 chili all’anno, e staccano spagnoli (4,3), francesi e tedeschi (4,2), britannici (4), belgi (3,8), portoghesi (3,6) e austriaci che, con 3,3 chili di pizza pro capite annui, chiudono la classifica.

GLI IMPASTI PIÙ AMATI

L’impasto più amato è quello classico napoletano, prediletto dalla metà dei consumatori, seguito a distanza da quello romano (21,5%), dalla pizza in teglia (11,1%). Tra le nuove tipologie, si fa apprezzare la pinsa (7,2%).

Il 10,1% dei consumi è invece quello che si potrebbe definire innovativo, ad esempio con le pizze multicereali, integrali, con miglio, farro e kamut o senza glutine, con semi di canapa e grani antichi. A sperimentare, sono soprattutto gli artigiani del Centro-Sud.

I GUSTI PIÙ GETTONATI

Tonda, alla pala, pinsa, al taglio, al trancio, in teglia, al forno, la pizza mette d’accordo tutti ideale per essere condivisa in famiglia e per una pizzata fuori casa con gli amici.

Su tutti, stravince la Margherita, preferita dal 59,2% degli italiani. Al secondo posto per la Diavola (23,5%), scelta maggiormente dagli uomini (29%) rispetto alle donne (18%), in una fascia d’età compresa tra i 25 e i 34 anni e consumata più nel Triveneto (30%) rispetto a Sud e Isole (18%).

Sul terzo posto del podio si attesta la Quattro Formaggi (22.8%), preferita dalle donne (25%, over 50) e più diffusa nel Nord Italia. Seguono Capricciosa e Quattro Stagioni che riscuotono maggiori consensi tra gli over 50, dove l’apprezzamento supera il 20%. Il settimo posto, invece, è occupato dalla Focaccia (15%), ideale da servire in tavola per accompagnare un piatto di salumi.

BOOM PIZZA DELIVERY

Più di 3.000 km ricoperti di pomodoro e mozzarella. Una distanza che equivale ad un viaggio ideale che parte da Napoli, patria della pizza, e arriva fino a Bruxelles, passando per Parigi e Londra. È questa la distanza che, se messe una di fianco all’altro, riescono a coprire le pizze ordinate su ‘Deliveroo’ dal 2015 – anno dell’arrivo della App in Italia – ad oggi.

Quali sono state le città che nel 2022 hanno fatto più ordini di delivery? Nella speciale classifica ‘geografica’ di Deliveroo – che tiene conto degli ordini di pizza sul totale del volume degli ordini – quest’anno dominano i comuni di medie/piccole dimensioni, specie del sud e delle isole, con sei centri di Puglia e Sicilia tra nelle prime 10 posizioni. In testa si posiziona Manfredonia (Fg) la città che più di ogni ama ordinare la pizza a domicilio, davanti a Fucecchio (Fi) e Francavilla Fontana (Br). Al quarto posto Giarre (Ct) mentre quinta si posiziona la barese Terlizzi (Ba). Seguono Fossano (Cn), Sondrio, Caltagirone (Ct), Chioggia (Ve) e Paternò (Ct) a completare la Top10. 

 

IL SUCCESSO DELLA PIZZA SURGELATA

Il 55,6% degli italiani dichiara di consumare spesso pizza surgelata, con il 27% delle famiglie con bambini che la consumano in media una volta a settimana. Un apprezzamento confermato dai dati di consumo, tanto che nel 2021 sono state consumate oltre 60.000 tonnellate di pizze e pizzette surgelate.

Il 38,7% degli italiani abbinerebbe patatine fritte, sempre gradite a grandi e piccini. Il 25,4% degli intervistati opterebbe per delle crocchette di patate, mentre il 23,9% sceglierebbe invece il supplì, sfizio che piace molto al 65% degli italiani nel basso Centro Italia e che riesce a conquistare anche i gusti di 4 italiani su 10 nel resto d’Italia. Pizza e snack surgelati come crocchette, supplì, panzerottini, mozzarelline panate, si rivelano ingredienti perfetti per serate a casa in compagnia, tanto che per il 27.5% degli italiani organizzarle è un appuntamento fisso e settimanale. L’occasione perfetta per consumare questa tipologia di prodotti surgelati? Per il 44.4% una cena divertente e veloce in famiglia; per il 21% un aperitivo improvvisato con amici; per il 17.4% davanti alla tv solo o in compagnia; per il 16.7% per una festa in casa.  

Post a Comment

You don't have permission to register