LA PIZZA DEL ‘FORNO DI DOMI’ PURE LOW CARB È ‘BONA’, PAROLA DI ROMA NORD

Silenziosamente, lontana dai media ufficiali e refrattaria agli schemi del sistema comunicativo del foodporn, si sta facendo strada la pizza low carb’. È una principessa degli impasti, molti la corteggiano convinti di saperla realizzare ma – alla prova dei fatti – è il morso ad essere il giudice più severo. Arbitro impeccabile, insieme alla cottura e al ripieno, che definisce se una low carb è pari alla bontà di una pizza in teglia o alla pala.

A conquistare una platea di pizzalover ben più ampia di quanto si possa immaginare è il prodotto che Dominga De Fusco sforna quotidianamente dal suo forno in via Aspertini. ‘Fooderio’ si è già occupato di lei, ma dopo la pizza low carb con la mortadella, precipitata da Tor Bella Monaca a un evento esclusivo a Ponte Milvio, siamo stati costretti – fortunatamente – a rioccuparci dei suoi impasti. L’occasione per degustare la low carb de ‘Il Forno di Domi’ farcita con una mortadella Igp è stata l’inaugurazione del nuovo showroom, con annesso studio, del giovane e talentuoso architetto Emiliano Vitolo, già curatore di progetti di successo tra cui la realizzazione del primo flagship a Los Angeles dell’atelier Battistoni e di importanti strutture private nella Capitale e anche nel settore della ristorazione.

Insomma, a Ponte Milvio si è ‘consumato’ il binomio tra la bellezza dell’architettura e la bontà degli impasti. Digeribile, profumata e farcita con materie prime di qualità, la low carb di Dominga De Fusco benché ricercata è un prodotto orizzontale, dalla periferia a Roma Nord parla al palato di tutti.

Post a Comment

You don't have permission to register