BOLLICINE ITALIANE BATTONO CHAMPAGNE E SALGONO SU PODIO FORMULA 1

Il Ferrari del Gruppo Lunelli ha sostituito la prestigiosa etichetta francese Moet &Chandon grazie ad un accordo triennale stipulato dal gruppo con Stefano Domenicali, nuovo ceo del circus della Formula 1. In realtà nella prima gara in Bahrain, per i piloti ci sarà solo acqua di rose frizzante, in osservanza delle leggi locali, e quindi il vero brindisi Made in Italy avverrà il 18 aprile nella seconda gara ad Imola. Non è la prima volta che il ‘Trentodoc’ sale su un podio della Formula 1, infatti le bollicine italiane erano già state protagoniste di un Gran Premio di Monza negli anni Ottanta. l’azienda continua a esportare i suoi prodotti in tutto il mondo ricevendo numerosi riconoscimenti come l’ultimo assegnato dal Champagne & Sparkling Wine World Championships, i ‘Campionati del Mondo’ delle bollicine, al ‘Ferrari Brut Trentodoc’ nominato Italian National Champion, ossia miglior bollicina italiana. L’immagine in evidenza è di ferraritrento.com