Fooderio

DOPO UN ANNO DA LOCKDOWN PERSI 130 MLD DI CONSUMI

I consumi italiani crollano dell’11,8% nel 2020 rispetto all’anno precedente e toccano il minimo dall’ultimo decennio per effetto delle restrizioni adottate per contrastare l’emergenza pandemica. Il Covid brucia 130 miliardi di consumi degli italiani, è quanto emerge da un’analisi della Coldiretti su dati Istat ad un anno dal primo lockdown scattato con il Dpcm dell’8 marzo 2020. Ad essere più penalizzati sono stati gli alberghi e i ristoranti con un calo del 40,2%; in controtendenza sono solo i consumi alimentari delle famiglie tra le mura domestiche in aumento del 3,3%, che però non hanno compensato il crollo della spesa fuori casa. A subire il contraccolpo l’indotto dell’agroalimentare Made in Italy, con vino e cibi invenduti per un valore stimato in 11,5 miliardi.

You don't have permission to register