ORDINO, MANGIO, GUSTO! È BOOM DEL CIBO A DOMICILIO

Almeno un italiano su tre (37%) – secondo l’analisi Coldiretti/Censis – ha ordinato da casa o dall’ufficio pizza, hamburger, piatti etnici o cibi gourmet durante l’anno. Deliveroo, Just Eat, Uber Eats, Moovenda, Glovo…il mercato delle consegne a domicilio sta sbancando, tra piattaforme che si occupano di consegna e i network di ristoranti. Fatturati da brividi che superano i 550 milioni di euro. ‘Altroconsumo’ smentisce anche il luogo comune secondo il quale sono solo i più giovani a ordinare cibo a casa attraverso smartphone o pc. Molto attivi gli over 50. Ordinano soprattutto le coppie e le famiglie con uno o due figli. Un’esplosione che ha creato nuovi scenari nel mondo della ristorazione, anche in Italia, dove il fenomeno si divide tra dark kitchen (cucine fantasma) e ghost restaurant (ristoranti virtuali), ovvero laboratori di produzione di cibo non aperti al pubblico che vivono grazie alle piattaforme di delivery o che appartengono alle piattaforme stesse.